NORMATIVA

NUOVO STATUTO  E  NUOVO REGOLAMENTO  DI  ATTUAZIONE

logo_small

Le modifiche allo Statuto a suo tempo approvate dal C.D.N. (riunioni del 25 aprile 2011 e 21 ottobre 2011) e dall’Assemblea Nazionale (riunione del 24 settembre 2011), per quanto di rispettiva competenza, sono state registrate, con il parere favorevole del Gabinetto del Ministro, dalla Prefettura di Roma (ai sensi dell’art. 2 del DPR 10 febbraio 2000, n. 361) in data 15 maggio 2012.
Dopo approfondito esame, il C.E.N. nelle riunioni del 20 luglio 2012 e del 19 ottobre 2012 ha approvato il testo del Regolamento con modifiche, successivamente ratificato (ai sensi dell’art. 67 dello Statuto) dal C.D.N. nella riunione del 23 novembre 2012.
Il testo con modifiche dello Statuto (Ed. 2012) ed il testo con modifiche del Regolamento (Ed. 2012) sono stati distribuiti ai Gruppi rispettivamente in allegato ai Bollettini di Dicembre 2012 e Gennaio 2013, precisando che  l’attuazione delle nuove previsioni statutarie e regolamentari è stata stabilita a  far data dal 1 febbraio 2013.
A seguito delle modifiche statutarie e regolamentari sono state aggiornate anche la Guida Pratica per i Presidenti di Gruppo e la Guida alle operazioni elettorali degli Organi e delle Cariche Sociali distribuite ai Gruppi rispettivamente in allegato ai Bollettini di Settembre e Novembre 2013.

blue_double_800

NORMATIVA ANMI IN VIGORE
(scaricabile dal sito)

logo_small

(*) cliccabile sul rigo dell’indice per visualizzare direttamente la pagina

 

blue_double_800

Logo dell’ANMI  registrato ed utilizzabile solo per scopi istituzionali

logo_anmi
(clicca sul logo per scaricarlo in formato PDF vettoriale)

Norme per l’utilizzo del logo (clicca qui per i dettagli): Il logo può essere utilizzato dalla struttura centrale e periferica dell’ANMI e sulla carta intestata, sulle brochure, sulle locandine delle attività sociali e sul sito internet a lei dedicato.
Lo stesso può essere apposto sui biglietti da visita dei singoli soci unitamente agli altri elementi che li riconducono all’organizzazione sociale di appartenenza (Gruppo, Delegazione, Consiglio Direttivo Nazionale, Delegazione Regionale, Presidenza Nazionale, etc…).
Ogni altra forma di utilizzo del logo deve essere espressamente autorizzata, per iscritto, dalla Presidenza Nazionale.
Enti esterni all’Associazione, se interessati all’utilizzo del logo, devono inoltrare apposita richiesta alla Presidenza Nazionale ANMI che, valutata la sussistenza dei requisiti, ne approva il successivo impiego.

blue_double_800

Logo della Marina Militare

logo_mm

Nell’ultimo periodo si è assistito al proliferare di situazioni e casi inerenti un improprio impiego del Logo della Marina Militare da parte dei Gruppi. Visti i forti legami che uniscono l’Associazione alla Forza Armata, questo ha sinora comportato soltanto dei rilievi da parte dello Stato Maggiore Marina, ma in futuro, se ciò dovesse perdurare, si potrebbe incorrere anche in provvedimenti che investono il settore amministrativo e/o legale.

Corre l’obbligo, infatti, di rimarcare che il Logo della Marina Militare è coperto da “diritto di proprietà industriale” (vds. D.Lgs. 30/2005) e tutelato dall’Art. 300 del D.Lgs. 66/2010 e che il suo utilizzo deve essere preventivamente autorizzato dallo Stato Maggiore Marina.

Per quanto sopra esposto si richiamano i Presidenti ed i Consigli Direttivi dei Gruppi al rispetto della normativa vigente in materia, evidenziando le sanzioni cui si può incorrere nel caso di non aderenza a quanto previsto.

Si rappresenta inoltre che, visti alcuni precedenti casi nei quali il Logo di Forza Armata è stato inserito in contesti (locandine, manifesti, opuscoli, ecc.) non sempre rispondenti ai giusti canoni di “sobrietà e solennità”, contestualmente alla richiesta di autorizzazione lo Stato Maggiore Marina impone l’invio, tramite la Presidenza Nazionale, di una bozza del materiale (cartaceo e non) ove si desidera apporre il Logo in questione.

Sarà quindi cura della Presidenza Nazionale richiedere la preventiva autorizzazione allo Stato Maggiore Marina e detta autorizzazione, quando concessa, verrà comunicata direttamente al Gruppo con le eventuali restrizioni d’uso stabilite dallo Stato Maggiore stesso.

blue_double_800

Foto del Presidente della Repubblica

PdR_ico

Clicca sulla foto per scaricarla in formato PDF

blue_double_800

Foto del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare

CSMM_ico

Clicca sulla foto per scaricarla in formato PDF

blue_double_800

RIFERIMENTI NORMATIVI UTILI
(scaricabili dal sito)

logo_small

PRESENTAZIONE DEL MODELLO EAS ALL’AGENZIA DELLE ENTRATE

logo_small

CONCESSIONI DEMANIALI

logo_small

PREDISPOSIZIONE DEL BILANCIO  (estratto dal Capitolo IV della Guida dei Presidenti)

Ferma restando l’autonomia della gestione amministrativa del Gruppo, sancita dall’Art. 55 dello Statuto, la Presidenza Nazionale assolve il compito di tenere informati i Gruppi in merito a eventuali variazioni delle norme amministrative di interesse.
In particolare si rammenta che a partire dall’anno 2012 per gli Enti non profit il bilancio deve essere redatto secondo il principio della competenza economica e non più secondo il principio di cassa; ciò comporta che i Gruppi di maggiori dimensioni, che gestiscono Servizi a favore dei propri Soci, devono avvalersi della consulenza di Commercialista, CAF, o altro esperto della materia.
È consentito agli Enti di minori dimensioni (quali la maggior parte dei Gruppi ANMI), contraddistinti da movimenti di denaro di modesta entità, di redigere il bilancio secondo lo schema semplificato (clicca qui per scaricarlo) evitando che lo stesso venga redatto in modo troppo sintetico e sommario.

blue_double_800

GUIDONE DEI MARINAI D’ITALIA

A seguito della istituzione delle Sezioni Nautiche da parte dei Gruppi titolari di concessione demaniale marittima e della sottoscrizione della convenzione con la FIV per l’affiliazione delle stesse alla Federazione è stato realizzato il “Guidone dell’A.N.M.I.” da innalzare sulle sedi delle Sezioni Nautiche e sulle imbarcazioni dei Soci.

guidone_anmi

Con il bollettino num.5 del Giugno 2016 è stato precisato che, al di là di quanto specificatamente riportato al Titolo VII – Cap. IV – punto e della citata Guida in merito alle Sezioni Nautiche, tutti i Soci ANMI in regola con il tesseramento dell’anno in corso sono autorizzati ad innalzare sulla propria imbarcazione il Guidone in questione.

blue_double_800

VARIE

blue_double_800

Print Friendly