Comunicati della Presidenza Nazionale ai Soci per l’epidemia del coronavirus covid-19

Comunicato n. 6  del 31 marzo 2020

Con la circolare n.15350 in data 31 marzo 2020 il Ministero dell’Interno precisa che:
“per quanto riguarda gli spostamenti delle persone fisiche è da intendersi consentito AD UN SOLO GENITORE camminare con i propri figli minori in quanto tale attività può essere ricondotta alle attività motorie all’aperto purché in prossimità della propria abitazione. Resta NON CONSENTITO svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto” (fra cui jogging).
“Potranno essere altresì consentiti spostamenti nei pressi della prioria abitazione giustificati da esigenze di accompagnamento di anziani o inabili al lavoro da parte di persone che ne curano l’assistenza. Tutti gli spostamenti sono soggetti al divieto generale di assembramento e quindi all’obbligo di rispettare la distanza di sicurezza minima di un metro da ogni altra persona”.

Supplemento in data 26 marzo 2020 al comunicato n. 5

La sospensione di tutte le attività statutarie e regolamentari, indicata nelle disposizioni emanate dalla presidenza nazionale , comprende anche le operazioni di rinnovo degli organi sociali nazionali e periferici, con conseguente permanenza in carica dell’attuale dirigenza nazionale e dei gruppi (consigli direttivi e collegio dei sindaci). Tale condizione eccezionale permarrà fintanto che la situazione di emergenza nazionale non sarà dichiarata risolta dal governo, consentendo la ripresa delle normali attivita’ sociali.
Sara’ cura della presidenza nazionale emanare tempestivamente apposita comunicazione e disposizioni in materia.

Comunicato n. 5  in data 10 marzo 2020

In seguito ai numerosi quesiti rivolti in merito alla corretta interpretazione ed applicazione del DPCM 8 marzo 2020, preso atto della emanazione successiva di decreti a firma di Presidenti di Regione, sentiti gli organismi prefettizi incaricati del controllo delle misure ed emissione di sanzioni, al fine di rendere maggiormente chiare ed uniformi le disposizioni già emanate da questa Presidenza Nazionale, si dispone che:

– tutte le sedi ANMI, su tutto il territorio nazionale ( e non solo quindi insistenti sul territorio delle Regioni e Province dichiarate “zona rossa”) siano chiuse e nessuna attività sia svolta all’interno delle stesse ( sospensione delle attività), dandone conoscenza ai propri soci;

– tutte le operazioni previste da Statuto e Regolamento doversi effettuare/svolgere nel primo trimestre dell’anno ( p.es. assemblea per approvazione bilancio, tesseramento ecc.) siano rinviate a data da stabilirsi;

– la scadenza dell’invio alla Presidenza Nazionale del tabulato soci ( entro 31 marzo, vds. statuto art. 17 ultimo alinea) sia, al momento, considerata posposta al 30 giugno 2020.

Ai Presidenti dei Gruppi, incaricati della esecuzione della presente direttiva, si consiglia, prima della riapertura ai soci della sede (data che sarà tempestivamente resa nota dalla Presidenza Nazionale con apposito comunicato) di far effettuare una sanificazione dei locali con idonei e certificati prodotti specifici.

Comunicato n. 4  in data 8 marzo 2020

Esaminato il decreto PCM in data 8 marzo 2020 (clicca per visualizzare il testo), per quanto attiene l’organizzazione dell’Associazione e la tutela della salute dei suoi soci si ribadisce la validità delle prescrizioni e delle raccomandazioni già contenute nel precedente comunicato n.3 e valide fino alla data del 3 aprile p.v.

Tutti i responsabili (Consigliere nazionale, Delegato regionale e Presidente di Gruppo) sono invitati ad esercitare il massimo controllo sulla esecuzione anche delle ulteriori misure contenute nel DPCM citato, assumendo che siamo nella fase in cui serve cautela e disciplina al massimo grado: la salute dei soci, specie dei più anziani, è l’obiettivo primo da conseguire ed ogni forma di attività deve esserle subordinata.

La Presidenza Nazionale continua ad operare negli assetti che si renderanno via via necessari, utilizzando gli strumenti di rete disponibili (internet, telefono ecc.) allo scopo di rimanere sempre informata sull’evolvere della situazione e sui provvedimenti che saranno adottati dai responsabili governativi per emanare conseguentemente e tempestivamente eventuali altre disposizioni e raccomandazioni.

Comunicato n. 3  in data 5 marzo 2020

Oggetto: misure per la tutela della salute dei Soci.

Preso atto di quanto disposto dal decreto del PCM in data 4 marzo 2020 (clicca qui per il testo integrale)

SI DISPONE

che sull’intero territorio nazionale i Consigli Direttivi attuino scrupolosamente tutte le misure indicate e ne sorveglino l’esecuzione.

In particolare, per quanto attiene l’organizzazione territoriale dell’ANMI:

  • siano sospese le riunioni, le assemblee, gli eventi sociali, convegni, congressi, presentazioni, conferenze et similia nelle sedi ANMI;
  • siano sospese le partecipazioni dei Soci alle manifestazioni ed agli eventi programmati o da svolgere in ogni luogo pubblico e privato che comportino affollamento tale da non consentire il rispetto delle distanze di sicurezza interpersonale (almeno 1 metro);
  • siano sospesi i viaggi e le gite sociali, le iniziative di scambi o gemellaggi, visite guidate et similia;
  • sia sospesa la partecipazione e l’organizzazione di ogni forma di raduno zonale, regionale o interregionale, così come di cerimonie istituzionali, rievocative, patriottiche;
  • si raccomanda inoltre che le sedi siano dotate di liquidi disinfettanti per le mani, per l’uso di tutti coloro che vi accedono o escono.

Le misure di cui sopra entrano in vigore a decorrere dal 5 marzo 2020 e permangono valide fino a nuova disposizione e comunque fino al 3 aprile 2020.

Comunicato n. 2  in data 28 febbraio 2020

La Presidenza Nazionale permane in stretto contatto con le autorità di governo e regionali responsabili della gestione dell’emergenza determinata dal diffondersi del Coronavirus.

Conseguentemente, le disposizioni emanate di volta in volta discendono dalle valutazioni fatte dai tecnici in quelle sedi e sono volte ad adeguare la vita sociale allo stato di emergenza in atto nell’intesa che il fine rimane quello della maggior garanzia possibile della salvaguardia della salute dei soci.

Come già detto, occorre che, in ogni sede locale, si faccia sempre riferimento e ci si attenga scrupolosamente alle ordinanze emanate e valide per lo specifico territorio.

In sede nazionale, le limitazioni temporanee emanate con il precedente comunicato e più precisamente attinenti al rinvio a data da destinarsi:

– delle gite sociali, riunioni conviviali, celebrazioni ed attività di rappresentanza, quali sfilate, cortei, deposizioni di corone e similari;
– dei Raduni zonali, regionali ed interregionali,

sono da intendersi:

– confermate per i Gruppi delle Delegazioni oggetto di provvedimenti restrittivi da parte delle competenti autorità in quanto sedi di focolai di infezione;
– suggerite a scopo precauzionale per tutte le altre.

Si fa riserva di aggiornare il quadro dispositivo a seconda dell’evolvere della situazione in campo nazionale e delle direttive emanate in merito.

Comunicato n. 1  in data 24 febbraio 2020

L’Italia è entrata in un periodo di conclamata presenza del virus “covid-19” che, espandendosi in forma epidemica, determina stati di doverosa attenzione.

La situazione risulta, a detta delle autorità di Governo, sotto controllo. E’ necessario pertanto attenersi scrupolosamente a tutte le disposizioni emanate in merito dagli organi Regionali, Provinciali e Comunali. La situazione risulta, a detta delle autorità di Governo, sotto controllo. E’ necessario pertanto attenersi scrupolosamente a tutte le disposizioni emanate in merito dagli organi Regionali, Provinciali e Comunali.

Per gli aspetti sociali e le attività già calendarizzate, la Presidenza Nazionale affronterà tempestivamente le situazioni che verranno rappresentate e darà indicazioni in merito. Per gli aspetti sociali e le attività già calendarizzate, la Presidenza Nazionale affronterà tempestivamente le situazioni che verranno rappresentate e darà indicazioni in merito.

In particolare, la Presidenza Nazionale dispone che, con effetto immediato, siano rinviate a data da destinarsi: In particolare, la Presidenza Nazionale dispone che, con effetto immediato, siano rinviate a data da destinarsi:

– Gite sociali, riunioni conviviali, celebrazioni e le attività di rappresentanza quali sfilate, cortei, deposizioni di corone e similari; – Gite sociali, riunioni conviviali, celebrazioni e le attività di rappresentanza quali sfilate, cortei, deposizioni di corone e similari;

– Assemblee statutarie (per rinnovo organi sociali, approvazione dei bilanci, discussione attività, ecc.); – Assemblee statutarie (per rinnovo organi sociali, approvazione dei bilanci, discussione attività, ecc.);

– Raduni zonali, regionali e interregionali. – Raduni zonali, regionali e interregionali.